TRUMP STRONCA I PAPERON DE’ PAPERONI. OBAMA LI INGRASSAVA. UNA RIFLESSIONE.

TRUMP STRONCA I PAPERON DE’ PAPERONI. OBAMA LI INGRASSAVA. UNA RIFLESSIONE.

TRUMP STRONCA I PAPERON DE’ PAPERONI. OBAMA LI INGRASSAVA. UNA RIFLESSIONE.
maggio 19
06:32 2017

 

 

di Paolo Barnard

Bè, se pensate che Obama è stato il presidente USA che ha governato il più immane trasferimento di ricchezza dal 99% all’1% della Storia (circa 13.000 miliardi di dollari in 8 anni), il nostro Trump diventa un socialista ‘involontario’. Ma anche ‘volontario’ perché lui nel suo caos se ne sbatte degli ordini a cui tutti i Presidenti americani della Storia erano tenuti a obbedire. (si legga Corporate America)

E’ stato calcolato che a causa del caos che oggi regna alla Casa Bianca per la questione Comey e altri pasticci, i 100 uomini più ricchi del mondo (quasi tutti americani o con interessi in America) hanno perso in un singolo giorno 32 miliardi di dollari. (fonte Forbes)

Alcuni nomi noti:

Zuckerberg (Facebook), Bezos (Amazon) o Gates (Microsoft) ci hanno smenato, rispettivamente 2,2 miliardi, 1,9 miliardi e 1 miliardo di dollari in 24 ore. Ops!

Chi è che diceva che Trump è il solito pupazzo dei globalisti della Corporate America?

Non che sia un tizio augurabile per 10.000 motivi, ma di certo non un diligente baciapile di Wall Street come quel falso negro bastardo di Obama, che appena finito di distruggere come mai nessuno dal 1820 la democrazia americana, si è fatto fotografare ai Caraibi con l’amico Richard Branson di Virgin Atlantic mentre nel suo Paese 41,2 milioni di persone si possono permettere un solo pasto al giorno oggi.

Think, gente, think. Per vedere il bastone discendere sulla schiena dei porci Paperon dé Paperoni c’è voluta la catastrofe populista di Trump, Prince e Bannon, e questo perché? Perché la Sinistre di tutto l’Occidente, sta massa di sterco di cane, ci hanno tutti venduti a centinaia di milioni, e si sono venduti, alla Finanza ultra speculativa dei Paperon dé Paperoni, prezzolati da vomito come Mitterrand, Blair, Schroeder, e poi i D’Alema, Prodi e Renzi, ma ovvio, in cima lui, il finto negro.

Think, gente, think.

About Author

Loud

Loud

Related Articles

Leave a Reply

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

*

Archivio Articoli

Ricerca interna